• Redazione HRZ

Le aziende sono pronte per la trasformazione digitale?


Quello della fatturazione elettronica è un tema nuovo e che offre molti spunti su cui riflettere: sono ancora poche le aziende italiane che hanno integrato un processo digitale per la gestione dei cicli di fatturazione.


Con la Direttiva 2014/55/UE, la standardizzazione dei formati comporterà nuovi ed interessanti scenari: si sta delineando un quadro normativo a livello europeo che consentirà di trasformare il sistema di fatturazione elettronica.


Il provvedimento, in vigore dal prossimo anno, persegue i seguenti obiettivi:

  • risparmi derivanti dall’efficienza nella gestione dei processi;

  • maggiore efficienza offerta alle imprese dai processi digitali;

  • maggiore capacità di controllo nella lotta all’evasione fiscale;

  • creazione di un unico mercato europeo digitale con benefici ben superiori alla sola maggiore efficienza dei controlli fiscali (per conoscerli tutti, leggi qui).

Tuttavia, la fatturazione elettronica presenta alcuni limiti: purtroppo si può solo parlare di una digitalizzazione ancora parziale, la quale non permette di massimizzare i benefici che questa può offrire. Inoltre, la dematerializzazione dei documenti di fatturazione, sia per PA che per B2B, è solamente una piccola parte di un processo digitale ben più ampio.

Come impatta l’e-fattura sulla vita aziendale?


È necessario che i processi aziendali siano basati su un percorso di digitalizzazione più completo, che coinvolga il ciclo di fatturazione in tutti i suoi aspetti: ordini, DDT, fogli di lavoro, scritture contabili, bolle di spedizione, trasmissione di dati, sistemi di pagamento, ecc.


Nell’ambito aziendale ed in particolar modo nel mondo delle risorse umane, la sensazione è che non ci sia una piena consapevolezza di tutti i benefici derivanti dai processi digitali. Di fatto, alcune aziende tendono a soddisfare le più recenti normative al fine di essere in regola o di beneficiare di vantaggi economici e fiscali, invece di pensare a strutturare la propria azienda in termini digitali, con tutti i vantaggi che questa soluzione tecnologica comporta. È quindi necessario un cambiamento dal punto di vista della vision di impresa, che possa aiutare tutto il sistema a costruire un processo nativamente digitale e fare il salto di qualità.


Accade spesso, ad esempio, che le fatture nate in forma elettronica vengano successivamente gestite a mano ed archiviate in forma cartacea; questo passaggio comporta, oltre a notevoli interruzioni al processo, gravose inefficienze che hanno impatti negativi sulla gestione del business.


Le potenzialità della digitalizzazione e gli importanti passi avanti fatti dal legislatore sono un dato di fatto, tuttavia il cambio di mentalità per affrontare la trasformazione sembra frenato da un blocco più culturale che tecnologico.


La tua azienda è pronta al cambiamento? Con HRZ puoi trovare il metodo migliore per affrontarlo in tutta sicurezza!


#SuiteHRInfinity #beZucchetti #WeareHRZ

12 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti